Raccolta differenziata bacino Matera 5 Comuni, bando in appalto nella primavera 2015

Raccolta-differenziataMatera – Si ritorna a parlare di raccolta differenziata a Matera. Queste le previsioni, in parte già note, sul cronoprogramma del servizio. Entro questo autunno sarà redatto il bando di gara unico per la gestione, entro la primaverà del 2015 sarà appaltato. E’ quanto è emerso dall’ultima riunione agostana sul tema, organizzata dal Comune di Matera e alla quale hanno partecipato alcune realtà del suo bacino ossia Pomarico, Ferrandina, Tricarico e Irsina; l’ambito nel quale tale collaborazione si muoverà è l’accordo di programma quadro tra Ministero, Regione e Conai risalente al 2011. “Siamo nella fase – ha detto l’Assessore all’ambiente del Comune di Matera Sergio Cappella – in cui tutti i Comuni coinvolti, che in partenza, ricordiamo noi, erano 13, ora 5, devono siglare una convenzione, prevista per la fine del mese; in questa convenzione verrà ufficialmente nominata Matera come capofila del progetto e ogni Comune indicherà al capofila un tecnico responsabile con tutta la documentazione del caso; poi si procederà agli atti consequenziali, questo vorrà dire ottenere circa 5 milioni di euro da parte della Regione Basilicata la cui delibera di finanziamento dovrebbe essere pronta per Ottobre e da cui provvederà all’acquisto di infrastrutture e attrezzature. Il progetto preliminare ricordiamo è stato già realizzato dal Conai e prevede il cosidetto servizio di raccolta spinta, ossia con l’assenza in città di cassonetti; al momento – ricordano sempre dal Comune di Matera – il comprensorio più performante da questo punto di vista è Irsina con il 60% di raccolta differenziata, percentuali molto basse ci sono a Tricarico, Ferrandina e Pomarico poi c’è Matera che dall’attuale 30% punta a raggiungere almeno il 65%.

 

 

Share Button