Officine di impresa. Innovazione, confronto e ispirazione per il business lucano.

foto (49)Come far dialogare imprese e amministrazioni nel settore della sostenibilità energetica? Come sta evolvendo il commercio? Il digitale è uno strumento o un atteggiamento? Come qualificare l’offerta turistica, in un’ottica di integrazione e sinergia? E come intercettare canali di finanziamento alternativo? Questo e ancora altro è tutto quello che è stato messo a lavorazione in quell’officina di confronto, dialogo e innovazione, organizzata dalla Regione in collaborazione con Sviluppo Basilicata, e svoltasi ieri e oggi a Potenza.

Una due giorni, il cui titolo è stato – per l’appunto – “Officine d’impresa”, organizzata in sessioni plenarie, workshop e seminari dedicati al mondo dell’impresa e dall’autoimprenditorialità. Speakers qualificati, esperti coach provenienti dal mondo imprenditoriale, accademico e finanziario si sono confrontati su case history e sui nuovi scenari che si prospettano, con uno sguardo particolare alla Basilicata. Perché nella nostra regione, nell’ultimo anno “la voglia di impresa “ è cresciuta, stando alle nuove registrazioni camerali, così come è cresciuto il fermento culturale e le idee innovative che cercano una collocazione, ma soprattutto di essere seminate e mettere radici in Basilicata.

Ma qual è il sostegno che l’Ente Regionale può dare? E quali le opportunità messe a disposizione dall’Unione Europea? Si è parlato anche di questo ad Officine di impresa, e di una sorta di “ottimismo della fatica” da coltivare, per credere in una Basilicata in cui fare impresa sia davvero possibile. Insomma, nel  centro storico di Potenza per due giorni si è allestita una fucina dove forgiare idee, collaborazioni, acquisire nuove competenze e-  perché no – lanciare una straup in 54 ore.

Share Button