Discarica La Martella Matera, M5S ne chiede la chiusura con una raccolta firme

raccolta firme m5sMatera –  Ieri sera, domenica 8 giugno 2014, gli attivisti del Movimento 5 stelle di Matera, hanno iniziato la raccolta delle firme per la Petizione Europea che chiede la chiusura immediata della Discarica di La Martella e l’avvio di un lavoro di bonifica che possa tutelare l’intero territorio; inizio raccolta firme scattato subito dopo – dicono – il via libera arrivato dall’Europa. La raccolta si è tenuta durante i banchetti domenicali che il movimento 5 stelle organizza in Piazza Vittorio Veneto e presso il borgo La Martella grazie anche alla collaborazione di alcuni residenti. La discarica di Matera – fanno sapere – è tra le peggio gestite nel sud Italia, fuori legge, con un AIA scaduta e con tracce di Solfuri, boro e alluminio oltre i valori leciti, secondo quanto emerso da sopralluoghi realizzati da ARPAB e Provincia di Matera. I residenti del borgo La Martella ma tutta la comunità della zona Nord di Matera sono esasperati – informano dal Movimento 5 Stelle. Dopo anni di promesse e garanzie a parole ci chiedono, a ragione. di andare fino in fondo e usare tutti i mezzi a nostra disposizione per far chiudere la discarica. Sulle discariche di tutta la Regione il Movimento 5 stelle di Matera ha avviato da tempo una dura battaglia con incontri, video proiezioni e iniziative che hanno coinvolto anche vari parlamentari che da Roma hanno fatto visita alla discarica di Colobraro e La Martella. L’alternativa alla discarica è, per il Movimento 5 Stelle – come hanno già ribadito in più occasioni: la strategia Rifiuti Zero che propone di considerare il rifiuto una risorsa, Rifiuti Zero significa usare processi tesi al riciclo, riuso e alla riduzione dei rifiuti, anche con incentivi economici per i cittadini. Rifiuti Zero significa – concludono i pentastellati anche trasformazione in forma meccanica e biologica del rifiuto per ridurne il volume e la tossicità dei materiali, conservare e recuperare tutte le risorse, non bruciarle o seppellirle.

Share Button