Arcigay Basilicata è realtà: “condividere cambio culturale”

Un momento dell'evento "Mamma, papà, sono diverso?"

Un momento dell’evento “Mamma, papà, sono diverso?”

POTENZA – Conoscere un mondo ingenuamente definito “diverso”, ma che in realtà è pervaso solo dalla ricerca di quella “normalità” e sobrietà che costa a tanti ragazzi e persone di ogni età un assurda ed inutile sofferenza. Adesso è possibile. “Nei difficili sentieri della vita – per aprire alla quotidianità dell’etica” è il titolo del primo evento, tenutosi mercoledì 22 gennaio, nell’ambito di un cartellone organizzato dal CE.ST.RI.M. (Centro studi e ricerche sulle realtà meridionali) presso i locali della Chiesetta di Betlemme a Potenza. Definita la “Casa del pane”, dalla traduzione ebraica di Betlemme, il luogo è servito ad accompagnare la spinta organizzativa giunta da Don Marcello Cozzi, Vice Presidente nazionale dell’Associazione Libera e Presidente per la Basilicata, il quale ha permesso il primo incontro sull’integrazione e la sfida di una sessualità “altra”, e dar modo alla terra lucana nostra di dire finalmente “no” all’omofobia, insieme all’Associazione Arcigay lucana appena creata.

L’evento si inserisce pienamente tra le attività messe in campo e che nell’attuale momento di sbandamento politico e sociale, soprattutto di crisi etica globale, riescono a donare momenti di riflessione ed apertura mentale. Un invito ad “offrire il pane del confronto e del sevizio” – ha dichiarato Don Cozzi di fianco agli esponenti della neonata delegazione dell’Arcigay.

Tra gli interventi è emerso come nei contesti più disparati siano presenti tanti pregiudizi, capaci di dominare su tutto il resto. Affrontare argomenti tabù parlando della fatica delle persone e guardando la platea negli occhi, può servire infatti ad abbattere la vergogna. Ed è stato rimarcato: “l’unica diversità da combattere è quella tra ricchi e poveri.”

L’anno in corso vedrà ad inizio estate un lieto evento, inedito per la Basilicata, l’unione tra due persone dello stesso sesso. Quale miglior passo per provare a scardinare gli schemi di una società che si mostra così avanti ma ancora troppo chiusa in  se stessa. Nelle prossime ore in onda su TRM e TRMh24 uno spazio di approfondimento.

Share Button