Incontro di Federparchi. Totaro: “2013 positivo, pronti per la nuova programmazione”

foto (12)I quattro parchi lucani a raccolta stamattina, nel segno dell’unità, per tracciare il bilancio dell’anno appena trascorso ed indicare la strada per il futuro. Il 2013 sembra essersi infatti chiuso con un bilancio positivo, tanto che numerose sono state le attività realizzate.

In particolare, il Parco Nazionale dell’Appennino Lucano è stato insignito lo scorso novembre della Carta Europea del turismo sostenibile; ha realizzato studi e ricerche sulla biodiversità dell’area protetta e ha lavorato in sinergia con gli stakholders del territorio per perseguire gli obiettivi di sviluppo sostenibile. Trend positivo anche per il Parco regionale delle Chiese rupestri del materano, capofila nel’ importante iniziativa di NaturArte che ha messo in rete le aree protette delle regione sperimentando, nel corso di 14 week end, una formula di turismo sostenibile. “Senz’altro l’ente – ha spiegato il presidente Pellecchia – si è trovato anche alle prese con il progetto di un parco eolico sulla Murgia, rispetto al quale è stato fatto ricorso al Tar, e inoltre, mantiene alta la guardia sull’inquinamento della Gravina, per la cui messa a norma sono stati stanziati  10 milioni di euro”.

E ancora, il Parco di Gallipoli Cognato ha registrato circa 9600 visite nel solo periodo primaverile e ha in cantiere un progetto di rivalorizzazione dell’orto botanico. Infine, per quanto riguarda il Parco Nazionale del Pollino, il presidente Pappaterra ha voluto sottolineare il ruolo dei parchi nella conservazione della biodiversità, “mission – ha detto –  che non  è affatto limitativa per lo sviluppo dell’area”.

Unico neo per tutti i parchi: la presenza dei cinghiali, rispetto alla quale saranno messe in campo misure di gestione. Sulla scorta dell’anno appena trascorso i quattro parchi si dicono dunque pronti a rafforzare le sinergie e il lavoro di rete per incrementare la propria forza attrattiva e chiedono di essere protagonisti nella nuova stagione 2014 – 2020 di programmazione dei fondi comunitari.

Approfondimento di TRM h24