Alluvione Metapontino: dimenticato dal Parlamento Italiano

alluvione metapontinoMetaponto – Si è tenuta, nel pomeriggio a partire dalle ore 18,00, negli spazi dell’Hotel San Marco, sulla strada statale 175 Matera Metaponto, un’assemblea del Comitato terre joniche utile a definire le linee d’azione per scongiurare, quello che già si va profilando: ossia la probabilità che la Basilicata e la Puglia passino definitivamente nel dimenticatoio del Governo in tema di aiuti da destinare alle zone alluvionate nel marzo 2011. La preoccupazione del sodalizio sembra più che legittima; il 2 Gennaio, infatti, a seguito di una conferenza stampa, da loro appositamente indetta, per chiedere 50 milioni di euro di aiuti a Regione e Basilicata e Governo, ha fatto seguito, invece, per tutta risposta, in Parlamento, un emendamento che di fatto esclude il territorio appulo lucano dai 110 milioni di euro previsti per le gestioni commissariali italiane del settore. Durante la riunione è stato ribadito a gran voce che il territorio metapontino si sente offeso dai 13 parlamentari lucani ed i 56 parlamentari pugliesi che non hanno saputo difendere gli interessi del loro territorio. Gianni Fabbris portavoce del comitato pur dichiarandosi scettico sulla possibilità che questo emendamento possa essere modificato si è detto pronto a mettere in campo tutto il possibile per scongiurare questa ennesima offesa. Annunciati durante la riunione: una iniziativa con tutti i Sindaci, un incontro con tutti i Segretari dei partiti lucani e pugliesi, una pressione forte sui Presidenti delle due Regione coinvolte ed una colletta per realizzare un manifesto da affiggere in Basilicata con il testo del provvedimento che ha escluso per il momento Basilicata e Puglia dai 110 milioni di euro previsti dall’emendamento.

Share Button