Registro tumori 2005 2007. Preoccupano il Materano e il Melfese

Potenza – Il Crob di Rionero in Vulture ha presentato, ieri, a Potenza, alla Regione Basilicata i dati relativi al tasso di incidenza tumorale registrato nel triennio 2005 2007 in Lucania. Il tasso di incidenza oncologica in regione è stato esposto raffrontandolo con il dato generale nazionale e con quello delle macro aree del Paese ossia (Nord Ovest, Nord Est, Centro, Sud e Isole). Il dato lucano viene anche analizzato per aree basandosi sui territori dei Pois, ossia Alto Basento, Marmo Platano Melandro, Lagonegrese Pollino, Val d’Agri, Vulture Alto Bradano, Bradanica Medio Basento, Metapontino Collina Materana. Stando ai numeri raccolti dall’oncologico di Rionero in Vulture, i casi di patologie tumorali su un campione di 100.000 abitanti, nel periodo 2005-2007, tra gli uomini sono 374,4, tra le donne 265,2. La statistica tiene conto delle persone di età tra 0 e 84 anni, popolazione indicata come significativa ai fini degli studi dell’incidenza oncologica dai Rapporti Airtum. I due dati mostrano andamenti analoghi. Quanto allo specifico dei dati, emerge che i lucani si ammalano di tumore, ma l’incidenza è più bassa, in generale, rispetto al tasso nazionale rilevato dai Registri tumori. Quanto ai dati tra le diverse aree Pois della regione, il quadro che emerge è variegato; picchi si verificano nell’area di Matera le cui incidenze tumorali, per esempio, sono nettamente superiori, tra gli uomini, a quelle di tutto il Sud e isole, altro picco è quello dell’area Vulture Alto Bradano; qui i numeri sono più alti che nell’area materana e di qualche punto percentuale superiori, anhe qui tra gli uomini, addirittura, rispetto a quelli del centro Italia. In generale, nel triennio in questione, i dati sono in crescita tra il 2005 ed il 2006, in leggera flessione tra il 2006 ed il 2007.

Share Button