Polo sud: è la Cantarella ad aprire il dibattito culturale

Bernalda – Si è aperta, nel pomeriggio di venerdì 29 Giugno, a Bernalda, la prima delle tre giornate di Polo sud idee per il futuro: l’iniziativa di Editori Laterza che, con importanti convegni sul tema della cultura, vuole sottolineare il ruolo fondamentale che questo settore può svolgere nel rilancio dell’economia del paese. Relatrice della giornata è stata Eva Cantarella, titolare della cattedra di diritto romano e greco all’università di Milano, autrice ad oggi di circa 10 libri che intrecciano tematiche come la cultura classica, il rapporto uomo donna ed i relativi contesti legislativi. Con la storia culturale: Il delitto d’onore dalla Grecia antica ad oggi, Eva Cantarella ha spiegato, venerdì, l’importanza di un retaggio culturale. “La cultura greca – dice – aveva così forte, in se, il senso della vendetta e della supremazia dell’uomo sulla donna che, in caso di adulterio, di quest’ulitma, l’uomo poteva ucciderla senza scontare nessuna pena. Ancora nel 1981 – fa notare la Cantarella – in Italia, la pena prevedeva pochissimi anni di reclusione; ad oggi, nonostante il cambiamento dello schema legislativo qualcuno si sente ancora in diritto di uccidere”. Questo perché forte è stato quel paradigma culturale. Tanti, ci viene da pensare, possono essere i retaggi culturali sbagliati che possono crearci convincimenti scorretti e coscienze deviate, non ultimi quelle che al Sud siamo destinati ad essere sottosviluppati ed invece abbiamo tutte le carte per crescere. Nel video l’intervista al Sindaco di Bernalda, Leo Chiruzzi ed alla scrittrice Eva Cantarella.

 

Share Button