Simonetta Sciandivasci vince il Premio Letterario Energheia 2009.

EnergheiaMATERA – È stata la materana Simonetta Sciandivasci, classe 1985, la vincitrice del Premio Letterario Energheia, giunto, quest’anno, alla sua quindicesima edizione, con il racconto “Costole”. Nel corso della cerimonia di premiazione, che si è svolta ieri sera, a Matera, nella cornice del giardino del Museo Domenico Ridola, sono stati segnalati Giorgio Ricci, di Valenza, in provincia di Alessandria, con il racconto “Dauphine”, e  Francesco Troccoli, di Roma, col racconto, dal sapore fantascientifico, “Insekta”. Il miglior racconto per la sceneggiatura è risultato invece “Ellissa”, di Assunta Morrone di Trenta, in provincia di Cosenza. Nel corso della serata, sono stati distribuiti al pubblico i racconti della scorsa edizione, raccolti in un’antologia, e i fumetti di questa edizione. In particolare, vincitori ex aequo della sezione “Nuvole di Energheia – storie a fumetti”, sono stati Antonio Mirizzi, di Altamura, con “The strange murder of Mr. Baker”, e Davide Monti di Brugherio, provincia di Milano, con “Agente di vendita”. Venerdì scorso, in via Ridola, nel corso della seconda giornata dedicata alla kermesse letteraria, i membri della giuria, presieduta da Antonella Cilento, e composta da Maurizio De Giovanni e Giorgio Fontana, hanno presentato al pubblico i loro ultimi lavori.

 

Share Button