Petrolio, l’assessore Rosa a TRM Network: “sarà la Regione a controllare l’Eni”

“Lo dico con determinazione e certezza, non ci saranno nuove estrazioni rispetto a quanto previsto dai precedenti accordi, si sta discutendo della medesima concessone del 2002 e ricontratteremo nel migliore dei modi con Eni.”
E’ quanto dichiarato ai microfoni di TRM Network dall’assessore lucano all’Ambiente, Gianni Rosa, in merito alle ultime vicende sul rinnovo dello sfruttamento del giacimento petrolifero in Val d’Agri in capo alla multinazionale del cane a sei zampe.

Circa la polemica suscitata da organi di stampa sull’eventuale assunzione di personale con impiego il sostegno economico di Eni, il membro del governo regionale ha specificato non si tratta di assunzione di interinali tramite agenzia ma di risorse, già attese dalla compagnia, in parte “impiegate per bandire concorsi pubblici e assumere dipendenti all’Arpab.

Stiamo procedendo con l’attuazione del Masterplan – ha specificato – al fine di consentire il potenziamento dei controlli ambientali. La questione molto più importante è capire se i lucani preferiscano che la Regione spenda i soldi delle royalties per le sagre oppure per assunzioni trasparenti che potenzino i controlli ambientali.”

Share Button