Europee del 26 maggio. I candidati lucani nella circoscrizione meridionale

Il prossimo 26 maggio, oltre che per le comunali si voterà per il rinnovo dei seggi italiani del Parlamento Europeo.
L’Italia eleggerà 73 parlamentari con il sistema proporzionale puro, la soglia di sbarramento per ottenere almeno un seggio è del 4 per cento su base nazionale.

A differenza delle elezioni politiche si possono esprimere fino a tre preferenze, scrivendo il cognome del candidato accanto al simbolo. Non è consentito il voto disgiunto e non è permesso votare tre candidati dello stesso sesso.

L’Italia è divisa in cinque circoscrizioni elettorali, quella che riguarda la Basilicata è la circoscrizione medidionale di cui fanno parte anche Campania, Calabria, Abruzzo, Molise e Puglia.

I candidati lucani nella circoscrizione meridionale sono sei e si tratta di Pino Lacicerchia, lo storico ex sindaco di Craco che si candida per “Europa Verde”, poi c’è l’esponente sovranista Antonio Tisci di Fratelli d’Italia, il leader sindacale ben noto agli agricoltori lucani Gianni Fabbris che punta a Bruxelles con “La Sinistra”, l’avvocatessa marateota Daniela Calderano per la Lega, il già europarlamentare pentastellato Piernicola Pedicini che corre per la riconferma e il materano Francesco Galtieri funzionario Onu nella lista +Europa di Emma Bonino.

Nella passata legislatura oltre a Pedicini un altro lucano ha seduto tra i banchi dell’europarlamento, Gianni Pittella che oltre ad essere stato parlamentare per tre legislature ha ricoperto la carica di vicepresidente del Parlamento Europeo.

Share Button