Basilicata al voto. Consegna delle liste e prime mosse di campagna elettorale

E’ iniziativa stamane e si chiuderà a mezzogiorno di sabato, presso i palazzi di giustizia di Potenza e Matera, la consegna delle liste ufficiali per il voto regionale del 24 marzo. Si paventa una corsa con 5 candidati governatori.

A guidare il centrosinistra ci sarà il farmacista potentino Carlo Trerotola, discendente di una famiglia di destra e promesso con il Movimento 5 Stelle insieme al fratello Ercole ma in questo caso scelto per il dopo Pittella dallo stesso ex governatore per la coalizione che aggrega Partito Democratico, Partito Socialista, Realtà Italia, Verdi, + Europa, Progetto Popolare, Mdp Liberi e Uguali ed una serie di liste civiche. Rientrato nei ranghi dopo trattative anche l’ultimo dissidente e consigliere regionale sospeso Piero Lacorazza, nel segno dell’unità a sostegno di Trerotola con la lista Basilicata Prima: all’interno del suo programma, presentato ai giornalisti, spazio ai temi di lavoro e sviluppo, uguaglianza e welfare e la quantomai attuale autonomia regionale. Il candidato governatore del centrodestra è l’ex generale delle Fiamme Gialle, Vito Bardi. Scelto da Forza Italia e sostenuto da Fratelli d’Italia, Lega e liste civiche, ha già presidiato il comitato elettorale a Potenza in attesa di ufficializzare la composizione delle liste. “Mi propongo per il cambiamento – ha dichiarato – necessario in Basilicata”. Punto stampa, sempre nel capoluogo lucano, per il Movimento 5 Stelle. Il candidato governatore Antonio Mattia ha lanciato la sfida per verso via Verrastro e chiarito le prossime mosse: “presentiamo l’unica vera lista civica con gente libera e capace – ha rimarcato. Pronto a querelare chi parla di una mia appartenenza a Forza Italia.” Altri candidati sono l’ex magistrato Silvana Arbia per Lista SMS ed il docente Valerio Tramutoli per La Basilicata Possibile. Intanto, il segretario radicale Bolognetti, ha invitato al “non voto”. Le motivazioni lunedì prossimo in conferenza stampa.

Share Button