- trmtv - https://www.trmtv.it/home -

Pittella. A Potenza nuova udienza al Riesame per la rivalutazione delle misure cautelari

Pittella, accompagnato dai difensori è arrivato intorno alle 9.30 e visti i tempi lunghi per l’inizio dell’udienza – cominciata poco dopo le 12.30 – ha lasciato il Tribunale intorno a mezzogiorno. Sereno, ha stretto mani senza lasciare dichiarazioni.

A cinque mesi dallo scossone giudiziario nell’ambito dell’inchiesta sui concorsi truccati in sanità, udienza al tribunale del Riesame di Potenza per rivalutare le misure cautelari imposte al governatore Marcello Pittella accusato di concorso in falso e abuso di ufficio.

Il 26 novembre scorso infatti, la quinta sezione penale della Corte di Cassazione accolse il ricorso presentato dal collegio difensivo del presidente (sospeso) della Regione Basilicata, contro le decisioni del tribunale potentino, ovvero la conferma degli arresti domiciliari disposta dal gip di Matera, che nel frattempo, a chiusura delle indagini preliminari – il 24 settembre – sostituì la misura cautelare con quella del divieto di dimora a Potenza.

Anche contro questa decisione i difensori di Pittella presentarono un’istanza di revoca – contestualmente alla lettura delle (severe) motivazioni della Cassazione sull’accoglimento del ricorso del presidente – rigettata però ulteriormente dal Gip Angela Rosa Nettis di Matera che ritenne ininfluente il pronunciamento della Corte romana, vista la mancanza di elementi di novità rispetto alle decisioni adottate in occasione della chiusura delle indagini (il divieto di dimora a Potenza).
Saranno ore di attesa per il presidente che in base alla decisione, e che dovrebbe arrivare non oltre domani 28 dicembre, potrebbe essere riabilitato alle funzioni di capo della giunta regionale e riprendere il lavoro bruscamente interrotto dalla vicenda giudiziaria agli inizi di luglio subito dopo la festa patronale di Matera.

Il verdetto del Riesame è atteso in serata o comunque non più tardi di domani. Se gli sarà favorevole, tra gli altri appuntamenti, potrebbe essere proprio il palco di Matera – in occasione dell’apertura dell’anno da Capitale della Cultura europea – a segnare il suo ritorno sulla scena. Scena anche politica, che lo vede assente da lungo tempo, nel dibattito elettorale del centrosinistra lucano.

Share Button