Basilicata. Rinviata l’assemblea regionale del PD

L’organismo di partito si sarebbe dovuto riunire venerdì 16 novembre alle 15.30 presso L’Hotel Santa Loja di Tito (PZ)

“In virtù di sopraggiunti impegni nazionali che avranno luogo nella giornata di domani (venerdì 16 novembre) legati allo svolgimento dell’Assemblea di sabato a Roma che si esprimerà sul Congresso nazionale e che vedrà la partecipazione anche di componenti dell’assemblea regionale e con l’ulteriore necessità di svolgere riunioni preparatorie all’importante riunione del Consiglio regionale di sabato a Potenza, l’Assemblea regionale convocata per domani alle 15 e 30 è stata rinviata a data da definirsi nelle prossime ore”.

Lo annuncia con una nota l’ufficio stampa nazionale del partito. L’appuntamento assembleare si sarebbe comunque celebrato a una manciata di giorni dal pronunciamento della Corte di Cassazione – l’udienza è fissata il prossimo 26 novembre – sul ricorso presentato la scorsa estate dai legali di Pittella.

Dall’esito della decisione potrebbero dipendere modalità e “intensità” dell’impegno del governatore uscente – attualmente sospeso dalla carica – in campagna elettorale. A fine luglio, dall’incontro con l’ormai ex segretario nazionale Martina, uscì fuori l’indicazione di una non ricandidatura a governatore di Pittella in favore della formazione di una più ampia e inclusiva coalizione possibile, comprendente i fuoriusciti dal partito e gli esponenti civici.

Le cose fino ad oggi però hanno preso una piega diversa, tanto da far presagire che i dem, non solo non riusciranno ad includere gli ex – dato che il “cantiere Speranza” è ormai avviato con Lasorella e De Luca su un binario parallelo-, ma addirittura perdere altri pezzi importanti, come quello della lista di Piero Lacorazza. Al riguardo non si può escludere infatti la possibilità che decida di correre da sola.

Share Button