Nuova Giunta a Matera, De Ruggieri: “assicurare governabilità e rappresentanza”. Nove Consiglieri abbandonano l’aula

De Ruggieri in Consiglio

“Abbiamo ricomposto questa Giunta per assicurare rappresentanza e governabilità, in vista del 2019, ed il tutto prende forma dal Consiglio comunale”; è uno dei passaggi che ha utilizzato il Sindaco di Matera Raffaello De Ruggieri nel presentare la sua nuova rosa di Assessori, oggetto di accese critiche negli ultimi giorni, per avere al suo interno una folta rappresentanza del Partito democratico, perdente alle ultime comunali, a discapito della coalizione di centro destra vincente e che aveva sostenuto, invece, il primo cittadino. Si continua a parlare di ribaltone, inciucio, tradimento ma questa – ha detto il Sindaco – è la continuità di un governo che è stato formalizzato circa 12 mesi fa in un disegno comune di ridefinizione di ruoli nel Consiglio. I localismi non devono intralciare il disegno superiore della capitale europea della cultura 2019. Il tempo è galantuomo – ha detto – ai cittadini presenti in sala che hanno protestato vivacemente contro la nuova Giunta – i risultati arriveranno; non è un caso che il vice Premier Di Maio abbia guardato con interesse più al progetto 5g che ai Sassi durante la sua visita; che il 2 di agosto un nostro concittadino Alberto Acito viene a matera con il console di San francisco o che il Cnr insedierà a San Rocco una sua presenza sui settori della metrologia e della fisica quantistica. La governabilità – ha precisato – può essere spenta solo da una mozione di sfiducia che nasce in questo Consiglio comunale; le altre pressioni, seppur rispettabili, non hanno il potere politico di abbattere questo Governo”. Una relazione che non è piaciuta a 9 consiglieri che – dopo aver firmato una mozione di sfiducia non aggregante, però, i numeri necessari alla discussione – ha abbandonato l’aula; successivamente all’ennesimo applauso da parte dei cittadini che apprezzavano gli interventi dei Consiglieri di minoranza il presidente del Consiglio comunale Angelo Tortorelli ha deciso di farli accomodare all’esterno. Per il prosieguo della discussione è rimasto in aula un numero di consiglieri pari a 17 e ed è stato così possibile convalidare il subentro di Biagio Vizziello alla carica di Consigliere Comunale. Rimandata invece la Composizione della Commissione Comunale per il Diritto allo Studio. Tra i consiglieri che hanno votato la mozione di sfiducia Buccico, Forza Matera, D’andrea, La città che sale, Di Lena, Forza Matera, Fragasso, Matera si mmuove, Manicone, di Osiamo, Materdomini, Movimento 5 stelle, Sasso e Toto, Lavoro e sviluppo, e Sansone che ha ufficializzato il suo passaggio da Matera per De Ruggieri a Osiamo.

Share Button