Reddito di cittadinanza. M5S: quella dell’assalto ai CAF è una bufala

“Politici e giornali hanno lanciato una nuova bufala: fiumi di persone avrebbero preso d’assalto alcuni Caf e centri per l’impiego per richiedere il reddito di cittadinanza”.

Lo afferma il Movimento 5 Stelle Puglia secondo cui è “evidente che la lezione di queste elezioni politiche a qualcuno non sia bastata”.

Su Facebook i cinquestelle invitano quanti hanno “così poca considerazione per l’intelligenza dei cittadini italiani a continuare a diffondere falsi ‘scandali’ e fake news”. “Vorrà dire che alle prossime consultazioni elettorali – concludono – il Movimento 5 Stelle volerà, da solo, oltre il 41%”.

Il Movimento definisce la notizia una “follia generale quantomeno sospetta ad appena 4 giorni dal voto, con un Governo nemmeno insediatosi e dunque nessuna possibilità di legiferare”.

“Dopo aver girato alcuni Caf senza scorgere neanche lontani tentativi di assalti – è detto nel post – abbiamo deciso di recarci direttamente a Porta futuro (Job Centre promosso dal Comune di Bari, ndr). Ingresso vuoto. Corridoi vuoti. Dell’assalto e delle file interminabili mattutine, neanche un superstite”.

All’ingresso alcuni addetti hanno subito spiegato che “in realtà non hanno visto quasi nessuno” e che “questa notizia ha lasciato di stucco anche noi”.

LA BUFALA DELL'ASSALTO AI CAF PER IL REDDITO DI CITTADINANZA. MA QUANDO ARRIVIAMO NOI NON C'E' NESSUNO. LEGGETE…

Pubblicato da Movimento 5 Stelle Puglia su giovedì 8 marzo 2018

I cinquestelle raccontano che anche il direttore della struttura, Franco Lacarra, che, “per dovere di cronaca è il fratello del neoeletto deputato renziano Marco Lacarra del Pd”, ha confermato “in maniera molto schietta che rispetto agli articoli non vi era stato alcun assalto, ma che era capitato, come gli capita sempre per qualsiasi provvedimento compresi quelli regionali, che alcune persone negli ultimi 3 giorni si erano recate a chiedere informazioni generiche sul reddito di cittadinanza”.

Share Button