Taranto, tempo di far quadrare i conti: basta rinvii per la maggioranza

L’esame e l’approvazione del Rendiconto della gestione esercizio finanziario 2016 e l’approvazione di Bilancio di Previsione 2017/2019 i due punti all’ordine del giorno centrali per il consiglio comunale di Taranto.

Quanto al Rendiconto hanno sollevato due questioni i consiglieri di minoranza Stefania Baldassari e Francesco Nevoli. La prima chiede una sospensiva: trattandosi di un tema delicato, propone di tornare a discuterne in una seduta monotematica. Votata per alzata di mano, la proposta ha visto favorevoli solo i sette componenti dell’opposizione, contrari i diciannove della maggioranza. Si è astenuto il sindaco Melucci.

Una pregiudiziale invece è stata presentata da Francesco Nevoli (M5S) riguardo all’approvazione: “Il bilancio va considerato in forma unitaria, la valutazione va fatta a tutto tondo – spiega – perché il Rendiconto non è fatto solo del conto di bilancio, ma anche del conto economico e dello stato patrimoniale. Il Rendiconto di gestione invece, lo hanno osservato anche i revisori dei conti, e’ stato predisposto senza i secondi due aspetti che, peraltro, sarebbero già dovuti essere tutti approvati entro il 31 luglio”. Otto hanno votato favorevolmente, diciassette sono contrari alla pregiudiziale avanzata dal consigliere pentastellato e tre hanno consegnato scheda bianca.

Segnale forte dunque da parte della maggioranza per la quale, parole di Dante Capriulo, “Abbiamo necessità di discutere il punto e approvare il Rendiconto: questo serve alla città. Perciò non possiamo rinviare a seduta monotematica”. Basta proroghe insomma su questioni già affrontate nella vecchia Commissione di Bilancio. “Non sciuperei l’opportunità che il Prefetto ci ha dato dell’approvazione separata – sentenzia il sindaco, rispondendo a Nevoli – I tre aspetti del Rendiconto si possono discutere separatamente. Cosa che non inficia la regolarità finanziaria con cui si sta lavorando. Altrimenti, per colmare un difetto di equilibrio giuridico, rischiamo di rallentare la città”. Basta rinvii. Detto, e fatto, pure per il Bilancio di Previsione 2017/2019, discusso e approvato nella seduta odierna.

Share Button