Potenza, ingresso PD in giunta. Fratelli d’Italia e Lista Civica: si torni al voto

Un governo senza programmazione e dal taglio del nastro facile, in equilibrio sulle poltrone piuttosto che diretto al bene dei cittadini. Sono questi i punti sollevati in conferenza stampa congiunta dai partiti d’opposizione Fratelli d’Italia e Lista Civica Per La Città, i quali hanno denunciato quella che, a loro dire, è la gabbia politica monocolore costruita dal Partito Democratico sulla città di Potenza. Primo destinatario delle accuse è il sindaco De Luca, eletto con il centrodestra e considerato artefice dell’immobilismo amministrativo.

Nelle scorse ore il sindaco ha incontrato il segretario del PD potentino, Sarli, e il capogruppo in Consiglio comunale, Iudicello. Non si è parlato di richieste dirette per l’ingresso in giunta comunale ma soltanto di punti programmatici da condividere. Un gioco a nascondino che al momento allunga i tempi della “fumata bianca”. Tira e molla che poco interessa agli ex amici di centrodestra, già pronti alla campagna elettorale.

Share Button