Strasburgo, una pugliese in corsa per la presidenza del Parlamento Europeo

La barese Eleonora Forenza candidata per la Sinistra Europea, insieme ad altri tre italiani tra cui i lucani Pittella e Pedicini

Tra una settimana il Parlamento Europeo sceglierà il suo nuovo presidente. In corsa quattro italiani, di cui tre del Mezzogiorno. Abbiamo sentito la candidata della sinistra europea, la barese Eleonora Forenza.

Una corsa a sei, di cui quattro italiani. Il nuovo presidente del Parlamento Europeo, dopo le dimissioni del tedesco Martin Schulz, potrebbe verosimilmente battere bandiera tricolore. Al voto in aula, previsto per il prossimo 17 gennaio, si presentano da favoriti Antonio Tajani per i Popolari e il lucano Gianni Pittella per i socialdemocratici, insieme al belga Guy Verhofstadt, che nelle scorse ore ha chiuso la porta in faccia al Movimento Cinque Stelle che aveva chiesto l’ingresso nel gruppo dei liberaldemocratici. Pittella è l’unico italiano ad aver ricoperto, seppure per pochi giorni, la carica tra giugno e luglio 2014. Dalla Basilicata viene anche il candidato pentastellato Piernicola Pedicini, mentre per la sinistra unitaria la scelta è caduta sulla barese Eleonora Forenza.

A prescindere dal risultato finale, la buona notizia resta che il Mezzogiorno italiano riesce ad esprimere tre dei sei candidati alla Presidenza del Parlamento Europeo.

Share Button