Taranto: Bilancio 2016, chiusura rinviata al 7 giugno

imageChiusura di bilancio 2016 rinviata al 7 giugno. Una conferma, dopo il ‘no’ dei revisori dei conti al Comune di Taranto. “Inghippo causato dalla nuova norma – spiega il sindaco Ippazio Stefano – un problema di interpretazione per molti Comuni italiani”, prova a rassicurare sul rischio scioglimento anticipato.

Altro punto al centro del consiglio comunale, il riordino ospedaliero: Stefano convoca per il prossimo 15 giugno l’assemblea dei sindaci, al fine di stilare un documento unico da presentare alla Regione e al Ministero della Salute con le richieste specifiche per la provincia di Taranto. “Occorrerà del tempo – spiega – perché si concretizzi il riordino. Intanto dobbiamo puntare sulle urgenze di Taranto: potenziare il Pronto soccorso e l’oncologia pediatrica”. E aggiunge, “è scarso il personale per la terapia del dolore”. Un passaggio anche sulle liste d’attesa: “La situazione fa paura”.

La gestione dei rifiuti, infine, ha visto il botta e risposta tra il consigliere di opposizione Giampaolo Vietri e l’assessore all’ambiente Vincenza Vozza.

“Riprenda immediatamente la raccolta domenicale dei rifiuti – attacca  Vietri – chiediamo risposte alla sospensione sperimentale della raccolta domenicale dei rifiuti e dello spazzamento stradale. Una iniziativa che la città ha subito senza ricevere alcuna informazione preventiva”. Chiede spiegazioni e soluzioni Vietri, insoddisfatto dalle “dichiarazioni del sindaco che scarica le responsabilità ai dipendenti dell’Amiu”.

Replica l’assessore all’ambiente Vincenza Vozza: “La sospensione del servizio e’ stata comunicata dall’Amiu, in riferimento ad una sola domenica. Il giorno successivo, peraltro, i dipendenti hanno scioperato. Abbiamo inviato una lettera, intanto, alla Polizia municipale con la richiesta di installare le telecamere di video sorveglianza in svariate vie della città , per contenere il fenomeno delle discariche a cielo aperto. E chiediamo anche ai cittadini maggiore senso civico, a partire dal rispetto degli orari ero il conferimento dei rifiuti”.

Share Button