Palazzo Chigi: tutto pronto per la firma del Contratto Istituzionale di Sviluppo per Taranto

All’incontro odierno, presieduto da De Vincenti affiancato dal Sottosegretario alla Difesa Domenico Rossi, hanno partecipato la Regione Puglia con l’Assessore allo Sviluppo Economico Loredana Capone (collegata in videoconferenza), il sindaco di Taranto Ippazio Stefano, il sindaco di Crispiano Vito Ippolito e gli esponenti delle altre amministrazioni comunali interessate.

L'incontro di oggi a Palazzo Chigi

L’incontro di oggi a Palazzo Chigi

ROMA – Oggi, durante una riunione a Palazzo Chigi, sono stati apportati gli ultimi aggiustamenti, quindi si aspetta il Cipe di domani per l’approvazione finale e la destinazione delle risorse – circa 864 milioni- che lo supportano.

E’ quanto si legge in una nota della Presidenza del Consiglio nella quale si evidenzia come sempre domani, subito dopo il Cipe, cominceranno ad essere apposte le firme, digitali, di tutti i soggetti interessati.

All’incontro odierno, presieduto da De Vincenti affiancato dal Sottosegretario alla Difesa Domenico Rossi, hanno partecipato la Regione Puglia con l’Assessore allo Sviluppo Economico Loredana Capone (collegata in videoconferenza), il sindaco di Taranto Ippazio Stefano,  il sindaco di Crispiano Vito Ippolito e gli esponenti delle altre amministrazioni comunali interessate.

Hanno inoltre portato il loro contributo il Commissario Straordinario del porto di Taranto Sergio Prete, quello per gli interventi di bonifica e ambientalizzazione Vera Corbelli, il Presidente della Camera di Commercio di Taranto Luigi Sportelli (collegato in videoconferenza).

La prima, quella del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Claudio De Vincenti. Il Cis è lo strumento che individua, dettaglia e monitora gli interventi di riqualificazione e di sviluppo del territorio che comprende, oltre alla stessa città di Taranto, i Comuni di Statte, Crispiano, Massafra e Montemesola.

In particolare, le risorse del Contratto Istituzionale di Sviluppo che domani il Cipe renderà esecutivo, saranno così finalizzate: oltre 391 al sistema portuale, circa 105 alle bonifiche, 207 al completamento dell’ospedale San Cataldo, più di 99 all’edilizia abitativa e alla riqualificazione del quartiere Tamburi e del centro storico, 37 all’Arsenale militare, oltre 24 ad altre infrastrutture.

Share Button