Referendum “anti-trivelle” – Lacorazza: il Governo convochi le Regioni

“Il Governo ha fatto importanti passi avanti, senz’altro sotto la spinta dell’azione referendaria, ma è necessario che convochi le Regioni e costruisca un percorso di leale collaborazione”.

il presidente del Consiglio, Piero Lacorazza

il presidente del Consiglio, Piero Lacorazza

Così Piero Lacorazza, Presidente del Consiglio regionale della Basilicata e coordinatore del comitato dei dieci Consigli regionali che hanno depositato i quesiti referendari.

“C’e’ ancora tempo. La decisione è in mano alla Corte Costituzionale di fronte alla quale siamo chiamati, in ogni caso, ad esplicitare lo spirito referendario nel rispetto del mandato ricevuto dai nostri Consigli regionali. È in corso il percorso di riforma Costituzionale, con diverse e nuove attribuzioni di funzioni tra Stato e Regioni, che impegna anche ad una riflessione sulla strategia energetica nazionale anche a seguito del documento della Conferenza sul clima di Parigi” ha continuato Lacorazza che oggi a Roma ha incontrato una delegazione di associazioni ambientaliste.

“La mia opinione è che si debba comunque depositare la memoria di fronte alla Corte costituzionale – ha concluso – e ovviamente ciò sarà oggetto di approfondimento con tutti i delegati”.

Share Button