Ilva. Cdm approva decreto: vendere entro giugno 2016

Il sottosegretario De Vincenti (al centro tra i ministri Guidi e Galletti) illustra i provvedimenti adottati nel Consiglio dei Ministri n.95

Il sottosegretario De Vincenti (al centro tra i ministri Guidi e Galletti) illustra i provvedimenti adottati nel Consiglio dei Ministri n.95

Approvato dal Consiglio dei Ministri il decreto legge per agevolare la cessione dei complessi aziendali dell’Ilva, fissando, spiega il sottosegretario Claudio De Vincenti, “al 30 giugno 2016 il termine per il completamento dell’operazione di trasferimento a una nuova compagine societaria per un futuro stabile di Ilva”.

A questo scopo il Cdm ha disposto uno stanziamento di trecento milioni di euro per facilitare il passaggio. “L’aggiudicatario verra’ scelto tramite procedura a evidenza pubblica – afferma invece il ministro dello Sviluppo Federica Guidi – e sarà valutato in base alla bontà del progetto, con criteri di trasparenza”.

“L’Aia intanto – assicura il ministro – rimane in vigore, viene omogeneizzata nei termini al 31/12/2016”. “Ricordo che a tutt’oggi l’Ilva rispetta tutte le Bat, cioè le migliori tecnologie possibili: tutti i limiti di emissione europei oggi a Taranto sono rispettati”.