Lacorazza espone a Superbo i quesiti referendari. Interessata (e preoccupata) la Chiesa Lucana

Mons. Superbo con Lacorazza

Mons. Superbo con Lacorazza

Il presidente del Consiglio regionale della Basilicata, Piero Lacorazza si è recato questa mattina nella sede della curia a Potenza per far visita a mons. Agostino Superbo, presidente della Conferenza episcopale lucana ed Arcivescovo metropolita di Potenza, Muro Lucano e Marsico Nuovo, al quale ha consegnato una copia delle delibere approvate dal Consiglio regionale sabato scorso sui sei quesiti referendari per l’abrogazione di alcune parti dell’art. 38 della legge n.133/2014 (sblocca Italia) e di alcune norme ad esso correlate, e dell’art. 35 della legge n. 134/2012 (decreto sviluppo).

“Ringrazio mons. Superbo – ha affermato Lacorazza al termine del colloquio – per l’interesse mostrato nei confronti della scelta del Consiglio regionale della Basilicata, che in un’ottica di leale e attiva collaborazione con lo Stato ha inteso riaffermare la necessità che le Regioni e gli enti locali, le istituzioni più vicine ai cittadini, non vengano escluse dalle scelte che riguardano il futuro dei territori da loro amministrati. Mons. Superbo – ha aggiunto il presidente del Consiglio regionale – ha manifestato l’interesse della Chiesa lucana per l’attività istituzionale della Regione, ribadendo la preoccupazione per la situazione sociale e per l’aumento della povertà in Basilicata, oltre all’attenzione intorno ai temi della salvaguardia della salute e dell’ambiente. Il suo monito sarà molto utile per affrontare le difficili scadenze che ci aspettano nei prossimi mesi”.

Share Button