Emergenza immigrazione, Europa in tilt per l’accoglienza

Sbarchi-immigrati1Crisi dei rifugiati, una notte senza accordo al Consiglio straordinario Affari Interni dell’Unione europea. La presidenza di turno lussemburghese non ottiene il consenso unanime dei ministri degli Stati membri, pur raggiungendo una larga maggioranza con l’impegno sul principio della ricollocazione supplementare di centoventimila persone ora presenti nei Paesi esposti ai flussi migratori. Tra chi accoglie, Italia e Grecia.

 I paesi contrari sono invece Ungheria, Romania, Slovacchia e Repubblica Ceca. Budapest ha intanto arrestato lunedì quasi 10mila migranti, fermati per aver attraversato illegalmente la frontiera con la Serbia.

Dalla mezzanotte, inoltre, è stata applicata la legge appena varata che prevede il carcere fino a tre anni a chi tenta di entrare illegalmente in Ungheria. Sull’argomento, il viceministro Bubbico: “L’Europa può e deve accogliere, nel rispetto delle Carte sui diritti dell’uomo”. Lo aveva dichiarato a margine dell’incontro Auxilium tenuto ieri alla Fiera del Levante di Bari.

Share Button