Sblocca Italia. Il Consiglio Regionale di Basilicata decide per il ricorso al TAR

Francesco MollicaPOTENZA – Il Consiglio regionale della Basilicata, nel corso della riunione di ieri pomeriggio a Potenza, ha approvato a maggioranza una mozione con cui si impegnano il Presidente e la giunta regionale a impugnare davanti al Tar il decreto del 6 maggio scorso con cui è stato adottato il “disciplinare” di attuazione dello “Sblocca Italia” e, “in ragione della lesività delle prerogative costituzionali riservate alle Regioni”, a “promuovere il conflitto di attribuzione davanti alla Corte Costituzionale”.

La mozione, presentata la scorsa settimana da Francesco Mollica (Udc) e Giannino Romaniello (gruppo misto), è stata poi modificata nel corso della riunione: “Non é in discussione l’articolo 38 – ha detto il presidente della Regione, Marcello Pittella (Pd) – anche perché il decreto é già stato impugnato da altre Regioni: noi abbiamo deciso di non farlo per una ragione politica, ma restando ai contenuti del decreto, non vogliamo che con il disciplinare si possano cambiare cose già stabilite nel testo originario dello ‘Sblocca Italia’, e su questo ragionamento concordo pienamente. Noi – ha concluso – siamo i primi difensori dei nostri territori e della salute dei lucani”. Successivamente l’assemblea ha respinto una mozione di Gianni Leggieri (M5s) sempre sul tema del petrolio.

Share Button