130 milioni dall’accordo al Mise. La comunicazione in Consiglio regionale.

Marcello PittellaPOTENZA – Si è aperto con la comunicazione del Presidente Pittella relativa all’accordo preliminare sottoscritto al Ministero per lo sviluppo Economico sull’utilizzo delle risorse rinvenienti dal “Fondo 3% delle royalties”, il Consiglio regionale odierno.

“Tutti noi conosciamo la genesi della card carburanti” ha detto il Presidente Pittella in apertura, ricordando la storia del bonus idrocarburi e le battaglie fatte anche con le altre regioni, per arrivare alla riconversione del bonus in social card. “I risultati li abbiamo ottenuti – ha detto Pittella – il primo risultato è che la Liguria e il Veneto siano fuori dall’utilizzo di questi fondi.”

“Il recupero di questi fondi – ha continuato Pittella – non snatura l’accordo iniziale, perché parte sarà disponibile per il rifornimento benzina , ma parte potrà essere utilizzato per acquisto di beni di prima necessità.”

La social card, che cuberà 26 milioni di euro, è solo uno dei “punti” dell’accordo preliminare, sottoscritto il 19 marzo con il sottosegretario Vicari, e che libera 130 milioni di euro per la Basilicata.

Un gruzzolo che sarà utilizzato anche per il reddito minimo e politiche attive del lavoro. In particolare, 35 milioni di euro saranno destinati ad incentivi in favore del sistema produttivo lucano e delle piccole e medie imprese; 69 milioni di euro, ad una serie di altre misure. Verranno sostenuti i progetti di efficientamento energetico delle imprese e interventi per i privati. Il sostegno al reddito sarà garantito da strumenti di incentivazione per l’accesso ad iniziative di inserimento occupazionale e sociale per i soggetti più vulnerabili. La misura è destinata ad assicurare un sostegno alla platea dei percettori degli ammortizzatori sociali, ai disoccupati di lunga durata, e agli inoccupati .C’è poi un Fondo per Comuni e Province, destinato all’ampliamento dei servizi offerti e all’assunzione presso cooperative.

Ancora, è previsto un Fondo per l’occupazione stabile sul territorio regionale che prevede incentivi fino a 10 mila euro annui per le imprese che assumono lavoratori a tempo indeterminato. L’accordo prevede inoltre la creazione di un gruppo di lavoro scientifico che dovrà occuparsi del centro Olio di Viggiano e dei rifiuti solidi e liquidi in Basilicata.

Nella prossima seduta del Consiglio regionale, in programma il 14 aprile, si aprirà il dibattito sul tema. Intanto però domattina, il gruppo consiliare di Forza Italia ha già convocato una conferenza stampa.

Share Button