Licenziata in commissione regionale la nuova legge sulla promozione e sviluppo dello spettacolo

Spettacolo - Musica dal VivoPOTENZA – La seconda commissione permanente del consiglio regionale della Basilicata ha approvato oggi, a maggioranza (si è astenuto il M5S) la legge sulla “promozione e sviluppo dello spettacolo”, con un testo che ha “armonizzato” quelli del disegno di legge della giunta e della proposta di legge di Giannino Romaniello (Sel).

Lo ha reso noto l’ufficio stampa del consiglio regionale: “La Regione Basilicata – è scritto nel primo comma del primo articolo della legge – considera la dimensione culturale un fondamentale perno di crescita, di sviluppo qualificato e riconosce nello spettacolo uno strumento fondamentale di espressione artistica e di libertà creativa per la crescita culturale, l’aggregazione e l’integrazione sociale, per lo sviluppo economico, per la creazione di nuova occupazione, un modello efficace ed importante dell’identità dei territori”.

Obiettivo della legge “è di definire una norma più organica che agganci le opportunità nazionali e comunitarie messe in campo dalla recente legge Cultura e Turismo. L’impianto normativo apre, inoltre, all’attuazione di forme di sperimentazione, di innovazione e di ricerca dei linguaggi; all’ampliamento del pubblico dello spettacolo, soprattutto giovanile; all’organizzazione di festival di particolare rilievo nazionale e internazionale; a rassegne, a programmazione di qualità relativa al piccolo esercizio cinematografico e cineteatrale, ai cinema dei centri urbani e alle sale d’essai riconosciute ai sensi della normativa nazionale; a scambi e coproduzione culturale nazionale e transnazionale; ad attività e progetti di cooperazione internazionali; al perfezionamento degli operatori, attraverso strumenti innovativi come le ‘Reti’ e le ‘residenze multidisciplinari'”. Infine, è prevista la costituzione di un “Osservatorio con i compiti di monitoraggio delle politiche culturali e dello spettacolo, di valutazione dell’impatto occupazionale degli strumenti messi in campo”.

Share Button