Sblocca Italia. Pittella incontra Speranza. Il governatore sull’art. 38: pare non ci siano condizioni per impugnarlo


foto (15)POTENZA
– “La Basilicata non è e non sarà una gruveria. Non faremo sconti a nessuno perchè non facciamo sconti a noi stessi” E’ quanto ha detto stamane il Presidente della giunta regionale, Marcello Pittella, nel corso dell’incontro con il capogruppo del Pd alla Camera, Roberta Speranza.

ore 10:30. Sala Verrastro. Una mattinata dedicata allo Sblocca Italia e ai risultati raggiunti che, tanto Pittella quanto Speranza, definiscono straordinari e “di prim’ordine”.

A tenere banco è il contestato articolo 38 in materia di concessioni alle estrazioni, tanto contestato dall’opinione pubblica, che da più parti sta chiedendo che la Regione si opponga. Ma Pittella ribadisce il suo no e ne illustra le ragioni ““non credo vi siano, rispetto all’ultima formulazione, – ha detto il Presidente – le condizioni per ricorrere alla Corte Costituzionale: questo non significa non tenere alta l’attenzione nell’interlocuzione con il Governo e con il Ministero, e non significa escludere l’interlocuzione con le associazioni e i comitati lucani.” Dello stesso avviso anche Speranza. “Non siamo di fronte – ha detto il capogruppo – ad una perdita di sovranità, ma in una fase nuova che si apre con la riforma del Titolo Quinto, che porta il tema dell’energia al Governo, come accade in tutti i Paesi occidentali. Il percorso è ineludibile, e il tema di fondo è come questo percorso si affianca alle garanzie per le popolazioni” .

“Quello che bisogna combattere – hai poi ricarato la dose Pittella – è la disinformazione che aumenta la sfiducia nei cittadini. Noi li incontreremo per socializzare i risultati ottenuti e per spiegare quanto faremo per la sicurezza e il controllo ambientale d’intesa con Arpab ed Ispra”.

Al di là del tema ambientale, a colpo d’occhio emerge anche quello politico. Intorno allo stesso tavolo Pittella e Speranza. Saranno prove tecniche di un nuovo clima e quadro politico? Ma Speranza dice “questo è politicismo e non mi interessa. Se in Parlamento non siamo uniti e non la smettiamo di guardare alle questioni interne dei partiti, non rendiamo un servizio alla Basilicata: nei prossimi giorni farò tutto il possibile per una nuova interlocuzione con il Governo, perché i risultati importanti che abbiamo portato a casa possano realizzarsi nel più breve tempo possibile.”

Share Button