Matera. Cotugno (PD) su Cultura e Petrolio chiede mozione per impugnare Sblocca Italia

Angelo Cotugno - consigliere comunale Matera  PD

Angelo Cotugno – consigliere comunale Matera PD

MATERA – In un lungo documento che riassume i recenti eventi positivi che hanno coinvolto la comunità materana – in primis la proclamazione di capitale culturale europea nel 2019 – il consigliere comunale Angelo Cotugno, con il sostegno di altri due colleghi di maggioranza (Paolo Manicone del PD e Michele Paterino del Gruppo Misto) ricorda che “in questi ultimi anni le Amministrazioni che si sono succedute hanno accompagnato questi momenti di straordinaria crescita della nostra comunità, fatti di riconoscimenti e di interventi straordinari, con azioni non sempre coerenti con il percorso di modello di sostenibilità che i Sassi hanno da sempre rappresentato” con il risultato “che la città risulta ancora ‘incompiuta’, fisicamente separata, con parti di essa che si guardano ma non si incontrano”

“L’impegno a rappresentare nel 2019 l’Italia come Capitale Europea della Cultura” commenta il consigliere “è l’ambizione di essere ancora una volta esempio e modello di riscatto del Mezzogiorno d’Italia e del Sud Europa” impegno che obbliga ad un impegno corale, condiviso da una comunità, che non può più essere ora solo delegata a singoli soggetti esperti o comitati. “La comunità tutta deve sentirsi ed essere protagonista”.

Il tema recente del decreto legge “Sbocca Italia” conclude “ha introdotto un ulteriore elemento di discussione, cui non dobbiamo sottrarci, sul rapporto tra petrolio e nomina a CEC”.

Nel documento sono dunque formalizzate due richieste di confronto specifiche:

1 – il Comune di Matera attraverso la sua rappresentanza, il Consiglio Comunale, dovrebbe chiedere formalmente, con una mozione di indirizzo o ordine del giorno, alla Regione Basilicata di impugnare davanti alla Corte Costituzionale il D.L. 133 del 12 settembre 2014 denominato “Sbocca Italia”;

2 – definire la modalità operativa con la quale si deve procedere nell’attuazione degli interventi inseriti nel dossier di candidatura definendo priorità, risorse, tempi e modalità di gestione.

Share Button