Crolla la roccaforte potentina del PD. De Luca: “Davide sconfigge Golia”

Il comitato di Luigi Petrone (PD)

Il comitato di Luigi Petrone (PD)

POTENZA – Si tratta di una vittoria storica per il centro-destra e di una altrettanto “inconsueta” sconfitta del centro-sinistra. Al primo turno infatti, Luigi Petrone candidato sostenuto da una coalizione a guida PD aveva sfiorato la vittoria ottenendo il 47,8 per cento dei voti contro il 16,7 per cento di Dario De Luca.

“Davide sconfigge Golia”. E’ con questo breve tweet diffuso dallo stesso Dario De Luca che il “dramma” per gli elettori di centrosinistra viene ufficializzato.

Neanche la composizione del consiglio comunale, dove De Luca non avrà la maggioranza, ha impensierito il neo-sindaco: “si tratta di una vittoria trasversale e di un messaggio di cambiamento” ha chiosato De Luca “I cittadini di Potenza vogliono un cambiamento ed è ciò che voglio fare da subito perché, per quanto sia una frase scontata, oggi mi sento il sindaco di tutti. Quella con Petrone è stata una grande battaglia, lui è stato un avversario competente, leale ed onesto, una persona per bene. Non sono preoccupato dalla maggioranza che troverò in consiglio” ha concluso “poiché sono convinto che con un buon programma si può portare la città fuori dal baratro”.

Nella notte di ieri giunge così la telefonata di Luigi Petrone, che si complimenta col suo avversario. Facce lunghe nel comitato elettorale dell’avvocato, che ha in ogni caso deciso di ringraziare i suoi sostenitori con una torta: “Comunque grazie di cuore a tutti, Luigi”.

“Probabilmente ha pesato anche l’astensionismo: gli elettori non hanno creduto, forse, che io potessi rappresentare il cambiamento. Ora bisogna risolvere i problemi della città, e questo è un punto su cui possiamo convergere, anche se i due schieramenti sono molto distanti tra loro” ha dichiarato Petrone in nottata.

Share Button