La Nuova Giunta e lo “strappone” di Adduce

Salvatore AdduceMATERA – Dopo la nomina di una nuova giunta – nuova per metà – l’esecutivo di Salvatore Adduce è già al centro di una bufera, politica, e non solo.

Quello che lo stesso primo cittadino ha più volte definito “strappone”, (il quinto nei 4 anni di governo cittadino sotto la sua reggenza), ha innescato forti polemiche per l’assenza totale di rappresentanza femminile.

“E’ una vergogna! Gli assessori farebbero bene a rimettere il mandato”, tuona nel Social Network, Angelo Cotugno, consigliere comunale del PD.

Gianni Perrino, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle aggiunge che questo è l’ennesimo errore dell’amministrazione guidata da Adduce. E l’immagine che accompagna il comunicato è palese (un asino con la dicitura “Ignoranza 2019” NdR).

“Ha ignorato” scrive Perrino “almeno due norme di legge, oltre che un granitico orientamento giurisprudenziale che impongono al Sindaco – anche nel caso di ‘azzeramento’ con nomina di nuovi assessori – di assicurare la ‘parità di genere’ attraverso la previsione di almeno il 40% di donne (o di uomini) in giunta, pena l’illegittimità della Giunta e degli atti dalla stessa approvati”. E così il pentastellato torna a chiedere le dimissioni del primo cittadino.

Per motivi diversi, lo strappone che si è consumato con questa “nuova” giunta è destinato ad avere ripercussioni anche sull’attuale e futuro centrosinistra. Lo scrive in una nota, Pasquale Stella Brienza, coordinatore provinciale di Matera del Centro Democratico.

Il sindaco Adduce, già in conferenza stampa rispondendo ad una domanda sull’assenza di donne ha provato a scaricare la responsabilità sui partiti che hanno proposto gli assessori.

E in tempi di Spending Review anche la scelta di una giunta a nove (otto assessori più il sindaco) per una cittadina così piccola, appare alquanto discutibile. Si obietterà: ridurre il numero di assessori sarebbe stata una scelta in contrasto con lo Statuto comunale. Una ragionevole contro-obiezione: chi ha impedito in questi 4 anni ad Adduce ed alla sua maggioranza di metter mano allo Statuto comunale, su questo ed eventualmente su altri punti meritevoli di innovazione?

Share Button