Comunali 2014: Polese garante di Potenza Democratica

Mario PolesePOTENZA – Il centrosinistra potentino continua frammentato verso l’appuntamento elettorale del 25 maggio prossimo.

Ultimo in ordine di tempo, l’arrivo nel calderone della lista “Potenza Democratica”. Composta in larga parte da professionisti under 40, la nuova composizione, in corsa per le amministrative, ha un garante d’eccezione: il consigliere regionale del Partito Democratico, Mario Polese.

Nel corso di una conferenza stampa, l’esponente politico eletto nella lista del presidente Marcello Pittella ha presentato alcuni dei candidati e chiarito l’assoluta volontà di non scendere personalmente in campo, piuttosto di perorare la causa di liberi cittadini al fianco della candidatura a sindaco dell’Avvocato Luigi Petrone, definita di cambiamento. La scelta è presto motivata.

Sì a Petrone, ma a condizione di reale partecipazione. Il candidato PD per la poltrona di sindaco, infatti, rappresenterebbe almeno per via formale il dopo Santarsiero, forse portando in dote anche un nutrito seguito di nomi affatto di primo pelo. Nel caso, il piano B di Potenza Democratica, sarebbe quello di un discorso autonomo. Operazione già vista con le primarie del centrosinistra vinte da Falotico e definite da Polese quale grave errore di mancata partecipazione del PD.

Il sasso è ormai lanciato, senza nascondere la mano. Tra i temi da affrontare – sintetizzati in punti – quello del dissesto di bilancio, coperto in parte dai 9 mln di euro concessi dalla Regione Basilicata ed il rilancio di obiettivi strategici, quali il centro storico, l’Ospedale San Carlo e l’Università, ritenuti primari per rilanciare il capoluogo.

Share Button