Impianti sportivi materani, Consiglio Comunale approva indirizzi di gestione

Consiglio Comunale di MateraMATERA – Una questione non di poco conto. L’affidamento in gestione degli impianti sportivi della città di Matera. Una serie di delibere, differenziate per tipologia, dimensione e impegno nella gestione è giunta all’attenzione della massima assise cittadina. E in verità non si tratta della prima volta. Già in passato se ne era discusso ma alla fine il dispositivo era sempre stato rispedito in Commissione. Organo che ha formulato le delibere portate in Consiglio. Il dispositivo, ha fatto notare il suo presidente uscente Lionetti, si è basato su una distinzione degli impianti presenti in città. Da una parte i due più grossi (il 21 settembre e il Palasassi), dall’altra tutti gli altri. Al fine di individuare l’offerta migliore, ha fatto ancora notare, per ogni impianto sono state indicate le priorità e i criteri, fra i quali l’offerta economicamente più vantaggiosa, gli investimenti, il piano di ammortamento, la qualità del servizio e la salvaguardia dei livelli occupazionali. Ma nel corso dei lavori del Consiglio, è stata fin da subito una corsa alla presentazione degli emendamenti. Approccio che ha provocato la reazione di diversi consiglieri. Ne prendiamo atto con rammarico, ha tuonato il consigliere Manuello. La scelta di alcuni consiglieri di stravolgere il dispositivo, così come è uscito dalla Commissione, è la dimostrazione che il lavoro delle Commissioni stesse è inutile. Questi non sono emendamenti, ha detto, ma accordi presi in separata sede. Inaccettabile, ha rincarato, la scelta di portare la gestione da 3 a 5, così come la previsione di un contributo da parte del Comune. Critiche sono giunte anche dai Consiglieri Pedicini e Toto, che ha annunciato la presentazione di un emendamento per proporre una commissione esterna, per valutare i progetti, presentati dai richiedenti. Le delibere, emendate, sono state successivamente approvate.