Regionali 2013. Bonino: “affermazione dello stato di diritto e della trasparenza indispensabili per il governo del territorio”

Radicali - Emma BoninoPOTENZA – All’indomani del Congresso nazionale dei radicali italiani, il ministro degli esteri Emma Bonino e Marco Pannella tornano in Basilicata per riaffermare il loro sostegno ad Elisabetta Zamparutti capolista per la Rosa nel Pugno alle regionali lucane e per spiegare le ragioni della loro candidatura.

“La nostra storia, la nostra determinazione – ha spiegato la Bonino stamane nell’incontro con la stampa- sono le garanzie che possiamo offrire ai lucani. Una polizza fideiussoria – ha detto – che i cittadini devono concedersi per poter mettere in sicurezza il loro territorio e valorizzare il paesaggio”.

Le vicende del Lazio o di Milano, d’altronde testimoniano quale sia il peso che un esponente radicale può imprimere ai governi dei territori”. La rivendicazione dello stato di diritto, in linea con il resto della nazione insieme ad un’operazione di trasparenza sono gli elementi che servono ai Lucani, per la Bonino e per Pannella, ma anche per la capolista della Rosa nel Pugno che ha parlato della Regione come una possibile CASA DI VETRO, dove affermare la democrazia e la giustizia.

E la Bonino ha voluto ricordare non solo la sua volontà di adottare la Basilicata ma anche l’attenzione che la Zamparutti, ha già dedicato alla regione portando avanti un cospicuo numero di interrogazioni parlamentari.

Pannella dal suo canto nel tessere le lodi del Ministro ha rivolto infine un pensiero a Monsignor Superbo che ha sostenuto la marcia del 25 aprile scorso a favore di Amnistia, Giustizia e Libertà, temi che il gruppo vuole perseguire anche in questa battaglia per le Regionali.

Share Button