Pittella: “Candidato presidente legittimato dai lucani e da Epifani”

Marcello PittellaPOTENZA – A pochissime ore dalla Direzione del Partito Democratico, il candidato presidente della coalizione di centrosinistra Marcello Pittella fa il punto della situazione e anticipa le prossime mosse. Con il Pd o escluso? E con quali motivazioni? A domanda una risposta.

L’ex Assessore alle Attività Produttive regionale ha offerto una sorta di “aperitivo” del più lauto banchetto pomeridiano ed espresso la volontà di coagulare le forze intorno al risultato delle Primarie, augurandosi di evitare l’Apocalisse interna.

“Dopo le Primarie ho preferito condurre un silenzio responsabile – ha aperto Pittella – dedicato ad accorciare le distanze e incrociare le varie posizioni all’interno della coalizione da me rappresentata.”
Poi ha proseguito: “Sono sereno ed il pensiero è rivolto alla Basilicata e ai suoi cittadini.”

Sul pericolo scissione nel PD e la paventata minaccia di due liste contrapposte “Il candidato presidente è del centrosinistra e non del Pd. Ho l’obbligo morale del rafforzamento politico della coalizione. Vi è stata una posizione dialogante anche con altre forze politiche quali Centro Democratico, Italia dei Valori e Verdi. Non con Sel.”

Il tema incandidabili è sempre di attualità. “Si è parlato di divisioni, se un ciclo si deve chiudere perché la è responsabilità è solo di due persone? Su “rimborsopoli” Pittella è chiaro: “faccio fede alla carta etica e al casellario giudiziario, a livello regionale che nazionale.”

Non resta che attendere l’arrivo della sera. Arriveranno i fuochi d’artificio. Graditi o meno si vedrà. Di sicuro Pittella glissa gli inviti al di fuori della propria coalizione (vedi Pannella), chiudendo così: “Epifani mi ha legittimato e sono certo della candidatura. Ringrazio Pannella per il quale provo simpatia, nulla più.”