Regolamento controlli, troppe defezioni in maggioranza: salta approvazione

consiglio_comunale_matera_nuovo_3MATERA – Ancora una seduta al cardiopalma quella del consiglio comunale di Matera, che è tornato a riunirsi questo pomeriggio. Non solo per la delicatezza delle questioni affrontate – all’attenzione dell’assemblea il regolamento sui controlli interni, legato alla legge 231 del 7 dicembre, che pone precise scadenze di approvazione, pena lo scioglimento del Consiglio – ma anche per il significato politico che la discussione e le scelte adottate dai singoli consiglieri hanno via via assunto. Non si fa in tempo, infatti, ad approvare il dispositivo né a votare la richiesta del relativo rinvio in commissione, per mancanza del numero legale. E la reazione del Sindaco non si fa aspettare. C’è qualcune, sottolinea Adduce, riferendosi in particolare alle defezioni della sua maggioranza, fra i quali i consiglieri Acito, Antezza e Taratufolo, che si trincera dietro le otto cartelline del provvedimento, per evidenziare, sottolinea, una questione politica, che non si ha il coraggio di esternare. Tutto rimandato dunque alla seconda convocazione: il Consiglio Comunale di Matera tornerà infatti a riunirsi lunedì 14 gennaio. Quando la massima assise dovrà ancora confrontarsi con quelle che diversi consiglieri hanno definito le discrasie di un provvedimento, che, per la natura stessa della macchina amministrativa materana, rischierebbe di investire il segretario comunale del doppio ruolo di controllore e controllato. Intanto rimane aperta la questione politica, in attesa che si completi il quadro, in vista delle politiche, fra posizionamenti e riposizionamenti.

Share Button