Rifiuti e oneri di urbanizzazione nei lavori del Consiglio. Rinviato tutto il resto

MATERA – Ciclo integrato dei rifiuti, oneri di urbanizzazione del Peep San Giacomo e poi ancora la destinazione d’uso di un’area della città e il lavoro. Questioni non di poco conto, quelle su cui si è concentrato il Consiglio Comunale di Matera, tornato a riunirsi ieri, nella sala Pasolini del Centro Commerciale di via Sallustio. Si parte col question time, la formula ormai consolidata è quella delle interrogazioni che i consiglieri rivolgono ai banchi del Governo cittadino. In primo piano la raccolta dei rifiuti, la condizione in cui versa la discarica de La Martella ma anche i suoli e gli oneri di urbanizzazione del Peep San Giacomo. Consigliere interrogante in entrambi i casi, Adriano Pedicini, e, in tutti e due i casi, a rispondere è l’assessore Rivelli. Gli indirizzi dell’amministrazione, e non solo dell’ultima, rimarca Rivelli, in questo caso in sostituzione del Sindaco, che ha la delega al patrimonio e al contenzioso, hanno mirato ad estrapolare dal calcolo delle opere di urbanizzazione quella a servizio dell’intera comunità cittadina. Questo, sottolinea Rivelli, ha portato ad un abbattimento dei costi, di circa un terzo, da 7 a 4 milioni di euro. Inoltre, conclude, non è stato applicato nessun interesse. Sulla questione rifiuti, sempre Rivelli fa sapere che la competenza non è solo dell’amministrazione comunale. Sul ciclo integrato, ribadisce l’assessore all’ambiente, si lavora a sei mani: Comune, Provincia e Regione. Ad accendere il dibattito sono successivamente gli ordini del giorno dedicati rispettivamente al rinnovo della locazione dell’area di via Annunziatella alla società che gestisce la locale stazione di servizio e l’incremento delle ore per i lavoratori part time del Comune.

 

Share Button