L’assessore Mastrosimone interviene sulla questione dimensionamento scolastico.

Matera – L’assessore alla formazione, cultura e sport della Regione Basilicata, Rosa Mastrosimone, interviene sulla vicenda del dimensionamento scolastico per chiarirne alcuni aspetti in vista anche della manifestazione convocata dalla sigle sindacali di Matera. L’esponente della giunta innanzitutto respinge le accuse rivolte alla Regione su una presunta insensibilità alle problematiche derivanti dalla recente normativa sul dimensionamento. “La Regione Basilicata – sottolinea Mastrosimone –  ha, finora, fatto ogni sforzo utile per arginare le problematiche, a partire dalla ricerca di una condivisione del documento approvato e non a caso le “Linee Guida per il Dimensionamento delle Istituzioni Scolastiche della Regione Basilicata – anno scolastico 2012-2015” sono state oggetto di numerosi incontri del Tavolo Tecnico Interistituzionale”. Il documento in questione è stato poi unanimemente approvato con l’intento di dare stabilità nel tempo alle istituzioni, offrire una pluralità di scelte formative, tendere alla salvaguardia delle autonomie già dimensionate pur in presenza di norme sempre più restrittive. La Regione, rimarca l’assessore, ha sollevato dubbi circa la legittimità di alcuni articoli della legge 111, quella sul dimensionamento, ed ha proposto ricorso alla Corte Costituzionale; ed in attesa di una pronunzia non si può fare altro che muoversi in base alla normativa vigente. In Lucania sono stati individuati criteri di elasticità che consentono margini di azione a favore delle Provincie per graduare l’applicazione della norma ed in ogni caso, conclude Mastrosimone, come previsto nelle Linee Guida, sono stati ipotizzati ulteriori incontri del Tavolo Tecnico per armonizzare la rete scolastica regionale in base alle esigenze e alle problematiche espresse dai singoli territori provinciali.

Share Button