Impegni coi lucani, Scajola: saranno mantenuti

Il Ministro Claudio Scajola

MATERA – Ci vorrà del tempo. Ma nel futuro anche in paesi emergenti come Cina e India si farà strada una diversa idea del mercato e del lavoro, basata sulla garanzia dei diritti e sulla difesa dei lavoratori. Per il momento, dobbiamo fare i conti con realtà fortemente dinamiche e competitive, verso le quali tende a spostarsi sempre più il baricentro produttivo mondiale. Il boom economico cinese ha prodotto però 40milioni di nuovi ricchi, attratti e orientati verso il cosiddetto made-in-Italy. Lo ha ricordato ieri a Matera, il Ministro dello Sviluppo Economico Claudio Scajola, davanti ai dirigenti e agli elettori del centrodestra, riuniti a Palazzo Viceconte. I fondi Fas, ha sottolineato il Ministro, annunciando azioni per rilanciare il settore del mobile imbottito e le piccole e medie imprese, saranno presto nelle disponibilità delle singole regioni, che presentino però progetti credibili. Il Governo, ha detto Scajola, manterrà gli impegni, compresi quelli presi con i lucani. Nella sua tappa materana, a sostegno del candidato sindaco del PdL, Saverio Acito, il Ministro non si è però sbilanciato sul tema dello sconto della benzina e sul rilancio delle aziende dell’indotto Fiat. Nel corso dell’incontro con Scajola, spazio, però, al delicato tema del potenziamento energetico e in particolare al rilancio del nucleare.

 

Share Button