- trmtv - https://www.trmtv.it/home -

Taranto, Amat: Fazioli rinuncia, la Cgil chiama il Comune al confronto su mobilità e rifiuti

Caso Amat: Fazioli rinuncia. Non c’è serenità per accettare l’incarico di presidenza dell’azienda di trasporti pubblici, del Comune di Taranto. Sulla vicenda interviene la Cgil. “Il rapporto di fiducia tra amministratori e tecnici è un dato fondamentale, così come lo è la questione etica – spiega il segretario generale della CGIL di Taranto, Paolo Peluso – ma la cosa che più ci preoccupa è l’assenza di un dibattito diffuso sulle esperienze in correlazione ai mandati che devono essere il frutto di una idea precisa che l’amministrazione ha ad esempio sulle politiche della mobilità o della gestione dei rifiuti. La mobilità urbana, quella sostenibile, quella che recupera spazi e tempi della città, così come le modalità per la raccolta della frazione urbana dei rifiuti, o addirittura l’ipotesi di un ciclo che conduca ai rifiuti zero, hanno bisogno di un piano d’azione che la giunta deve aver indicato come missione aziendale, incaricando poi i tecnici e gli esperti per l’individuazione della metodologia – dice Peluso – ma noi l’obiettivo non lo conosciamo, anche se come rappresentanti dei lavoratori probabilmente saremo costretti a subirlo quando ormai la macchina sarà stata messa in modo. La CGIL rilancia quindi il tema del confronto ed è pronta a dare il suo contributo”

Share Button