Melfi. IdV da scelta ACM rischio per 2mila operai dell’indotto FIAT

POTENZA – ”Per circa duemila lavoratori dell’indotto Fiat” di Melfi il ”rischio di perdere il posto di lavoro è reale se non verrà in tempi brevi la conferma delle commesse per i nuovi modelli”.

Lo ha detto in una nota il segretario nazionale di Italia dei Valori, Ignazio Messina: ”La decisione dell’Acm dovrebbe far tremare i polsi. Il caso Fiat è l’emblema di una politica industriale in Italia oramai da reinventare”.

La segretaria lucana dell’Idv, Maria Luisa Cantisani, ha annunciato che il 26 aprile a Napoli, nel corso di un’iniziativa organizzata dal partito, sarà ”presente una delegazione di operai della Sata e dell’indotto di Melfi”.

Share Button