Vertenza Ferrosud, incontro a Roma il 16 settembre

Il 16 di settembre è previsto un incontro al mise per cercare di dipanare la complessa questione della ultradecennale vertenza Ferrosud di Matera. Ci si attende un nuovo piano industriale. L’incontro anticipa quello annunciato, nel mese di luglio, per il 30 di settembre che, a questo punto perde di rilevanza.

Tra le novità: la nomina da parte del ministero dell’avvocato Antonio Casilli a commissario straordinario del 95 per cento del pacchetto azionario Ferrosud ed un assetto societario che passa nella piena proprietà del gruppo Malena, il gruppo ha nominato il 16 agosto un nuovo amministratore delegato al posto di Antonio Ingusci ossia Giuseppe Aloia mentre a presidente della società di Ferrosud c’è la dottoressa Bianchini.

Il giorno 10 invece la Corte d’appello di potenza si pronuncerà sul ricorso da parte dell’azienda per il ripristino del concordato preventivo.  Tra le altre novità di rilievo il ripristino dal 1 settembre del contratto di solidarietà per tutti i dipendenti.

Nel contempo a Matera si continua a lavorare al revamping di una carrozza con una commessa da 3 milioni di euro mentre le annunciate trasferte si sono rivelate infruttuose Santa Maria La Bruna, nel napoletano, al massimo ci lavorano 20 lavoratori; pochissime unità sono state impiegate a Vicenza (5 persone) e mentre la commessa di Vercelli (è saltata).

“Ci auguriamo – dicono dalla Cgil – che il ruolo della Regione non venga meno affinché l’incontro al mise trovi una soluzione che possa garantire le giuste commesse reale all’impianto materano, ossia il tanto auspicato piano industriale, visto che le ferrovie dello stato hanno programmato un investimento nel settore di 95 miliardi”.

Share Button