Dopo la cabina di regia sulle ZES, l’assessore Cupparo illustra gli adempimenti della Regione Basilicata

L’assessore regionale alla Politiche di Sviluppo Francesco Cupparo ha preso parte ieri a Roma alla Cabina di Regia delle Zone Economiche Speciali con le Regioni presieduta dal Ministro per il Sud Barbara Lezzi.

La riunione – spiega l’assessore in una nota diffusa dall’ufficio stampa della Giunta – è stata utile a definire alcuni aspetti attuativi soprattutto per le tre ZES già approvate con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, tra cui la ZES Ionica interregionale Puglia e Basilicata, il cui DPCM è stato approvato lo scorso 6 giugno e di cui la Giunta regionale di Basilicata ha preso atto nella seduta del 31 luglio.

Presenti alla riunione per la ZES Ionica anche il Presidente dell’ Autorità Portuale di Taranto, Sergio Prete, l’Assessore allo Sviluppo economico della Regione Puglia e il componente del Comitato di Indirizzo nominato dal Ministro per il Sud, Antonio Mattia.

Nell’incontro – prosegue l’assessore – sono stati forniti dettagli attuativi sul fondo di 300 Milioni istituito per il triennio 2019/2021 con il Decreto Crescita a favore delle imprese che fanno investimenti nelle ZES, le cui regole attuative saranno oggetto di un decreto e di linee guida in corso di definizione.

Non essendo previsto un riparto a monte a favore delle Regioni, Cupparo auspica che le imprese lucane o interessate ad ubicazione nelle aree lucane delimitate dalla Zes possano trovarsi pronte per il 25 settembre , data annunciata di avvio dello sportello da parte di Agenzia per le Entrate per l’accesso al credito di imposta.

“Pertanto, si rende necessario da subito trasmettere al Ministro per il Sud la perimetrazione di dettaglio dei territori eleggibili per i Comuni le cui aree sono solo parzialmente incluse nella Zes. Sarà necessario condividere in seno al Comitato di indirizzo della ZES ionica la definizione di uno Sportello Unico della ZES, collegato agli sportelli Suap delle altre Amministrazioni coinvolte, al quale le imprese dovranno fare riferimento per conoscere le semplificazioni ed i regimi agevolativi della ZES”.

L’assessore Cupparo ritiene importante anche condividere e valutare, in seno alla Giunta regionale, le modalità di applicare i due ordini del giorno approvati in Parlamento e resi noti dal ministro Lezzi, ossia la possibilità di estendere i vantaggi della ZES anche ai siti SIN (Siti di Interesse Nazionale) ed alle aree di crisi complessa purché attigue alle aree ZES.

La Cabina di Regia ha affrontato anche il tema della necessità di presentare in maniera unitaria i vantaggi delle Zes ad investitori esteri in sinergia con il Ministero degli Affari esteri al fine di poter attrarre investimenti. A riguardo, il Comitato di indirizzo della Zes Ionica sarà chiamato da subito a confrontarsi sulla necessità di un Piano di marketing utile a far conoscere i vantaggio della ZES ionica, da rivolgersi alle imprese lucane nonché ad imprenditori esteri per l’ attrazione di investimenti utili a creare occupazione per il territorio lucano.

L’ assessore Cupparo, che ha ringraziato il presidente della Giunta Bardi per la fiducia accordata e per la delega ricevuta per la ZES, rende noto che insieme al Bardi promuoverà per settembre un incontro con le parti sociali e sindacali in materia di Zes, nonché una riunione del Comitato di indirizzo della ZES, presieduto dall’ Autorità portuale di Taranto, non appena anche il Ministero dei Trasporti avrà nominato il proprio rappresentate in seno al Comitato.

Share Button