Beni confiscati, Rollo: “Salvini vuole venderli? Sarebbe un danno sociale ed economico”

Il presidente di Legacoop: “Lavoriamo con CFI e Invitalia per dare una prospettiva alle aziende recuperate alla legalità”
Vendere i beni confiscati alla mafia piuttosto che inserirli in un processo di rigenerazione sociale ed economica è un danno per il paese. Il presidente di Legacoop Puglia Carmelo Rollo replica così all’idea del ministro dell’Interno Matteo Salvini, che in visita a Bari una decina di giorni fa aveva annunciato che una villa confiscata a un clan di Japigia sarebbe stata messa all’asta per recuperare risorse. Rollo ha parlato a margine dell’incontro organizzato da CFI e Invitalia sugli strumenti finanziari per il rilancio delle aziende sequestrate e confiscate alla criminalità organizzata.