Lavoro tra diritti e legalità, Cgil: “A Taranto 60% di disoccupazione giovanile. Servono cambio culturale e buona politica”

Il lavoro, tra diritti e legalità. Continua la campagna di sensibilizzazione della Cgil con le scolaresce tarantine. Dopo l’appuntamento a Grottaglie, in occasione della Festa delle donne, il sindacato torna a parlare ai giovani di diritti.

“A Taranto la disoccupazione giovanile è del 60%. Per cambiare le cose – spiegano i segretari Cgil – servono lungimiranza e un forte cambio culturale.

L’articolo 1 della Costituzione recita che l’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro. A citarlo, il prefetto di Taranto Donato Cafagna.

Il caporalato e lo sfruttamento nel mondo del lavoro, la storia di paolo Clemente: questi i temi della giornata.

Share Button