ActionAid: “In Puglia decine di migliaia di donne braccianti stagionali senza tutela sociale, serve una rete regionale”

Avviati progetti pilota con i comuni del Sud Est barese per aiutare le mamme con bambini. “I problemi del settore non si fermano al caporalato”

In Puglia sono decine di migliaia le lavoratrici stagionali del settore agricolo che spesso non hanno alcuna tutela sanitaria e sociale sul lavoro. E’ quanto risulta da un rapporto di ActionAid che sollecita una rete regionale di supporto che possa contribuire a evitare disagi che talvolta sfociano anche in tragedia.

Prima donne, spesso mamme, e poi braccianti agricole. Stagionali nella maggior parte dei casi, quindi prive di tutela sociale generale o specifica. I lavoratori precari nel settore agricolo in Puglia sono oltre 180mila, e di questi molti sono donne, come risulta dal rapporto presentato a Bari da Actionaid.

Progetti pilota sono stati avviati da alcuni comuni come Adelfia, dove le strutture comunali per l’infanzia sono rimaste aperte anche nei periodi di raccolta per permettere alle mamme di poter lasciare i loro bambini in luoghi sicuri e protetti durante il lavoro.

Interventi importanti che però si fermano ai residenti nei comuni interessati e non possono essere estesi anche agli stagionali. Per questo servirebbe una rete regionale in grado di fornire adeguato e giusto supporto alle lavoratrici.

Share Button