Ferrovie. Il Ministero risponde a Latronico sulla “Matera – Ferrandina”: attivata nel 2022

La risposta del sottosegretario ai trasporti Del Basso De Caro all’onorevole lucano di Direzione Italia: sarà attivata nel 2022

 “Ultimate le progettazioni nel 2018, saranno acquisite le necessarie autorizzazioni e nel 2019 potranno essere svolte le attività negoziali. L’avvio dei lavori è previsto nel 2020. Attualmente, lo scenario di attivazione all’esercizio commerciale del collegamento Ferrandina-Matera La Martella su infrastruttura nazionale è previsto al 2022”.

E’ il “cronoprogramma stilato” dal Sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti, Umberto Del Basso De Caro, in risposta ad una interrogazione dell’on. Cosimo Latronico (Direzione Italia) che “chiedeva i tempi effettivamente previsti per il completamento dell’opera”. Lo ha reso noto lo stesso deputato lucano, evidenziando che “il Governo deve trovare uno strumento per accelerare i tempi di progettazione e realizzazione dell’intervento”. “Sono in corso lavori manutentivi nella galleria di Miglionico, lungo la linea e nella stazione La Martella”, ha spiegato il Sottosegretario aggiungendo che “considerando le risorse già allocate per l’intervento nell’aggiornamento 2016 del contratto di programma 2012/2016 pari a 45 milioni di euro, con i 210 milioni destinati all’opera dalla legge di Bilancio del 2017 è stata garantita l’intera copertura finanziaria dell’intervento”. Per il deputato lucano “è impensabile che debbano trascorrere sei anni per chiudere una armatura ferroviaria quasi completa. E’ necessario – ha concluso Latronico – nominare un commissario che faccia tutto in tempi brevi come è stato per la tratta ferroviaria Napoli-Bari”.