Ferragosto nel Potentino. Federalberghi: presenze +30% rispetto al 2016

La provincia di Potenza conferma il trend in positivo dei flussi turistici che l’hanno scelta quale meta estiva. In particolare, tra presenze ed arrivi, l’incremento di Ferragosto 2017 rispetto allo scorso anno è tra il 25 e il 30%. Ad affermarlo è Federalberghi-Confcommercio Imprese Italia Potenza, la quale ha parlato di un andamento differenziato rispetto a Maratea, la quale ha la palma del pienone in assoluto e con buoni risultati sia per il Vulture-Alto Bradano che per i due Parchi Nazionali (Pollino e Val d’Agri).

“Siamo decisamente soddisfatti in particolare – commenta in una nota Michele Tropiano, presidente Federalberghi – dei primi dati raccolti in Val d’Agri dove, a differenza delle altre aree del Potentino, avevamo maggiori preoccupazioni. Albergatori e ristoratori hanno lavorato alla grande grazie soprattutto all’attrattore del Ponte alla Luna di Sasso Castalda e alle sagre che continuano in questi giorni e ci consentiranno di raggiungere positivi risultati per tutta la settimana. Nelle scelte dei turisti il mare conserva la preminenza e quindi Maratea sta conoscendo una nuova stagione d’oro al punto che ci sono state almeno un 20% di richieste di pernottamenti che non è stato possibile accogliere con un’occupazione media di camere del 95%”.

Non mancano però i limiti. Secondo Tropiano, l’afflusso turistico straniero non copre l’offerta ricettiva in località comunque già note come la “Perla del Tirreno”. “Nel resto della provincia – ha evidenziato – ospiti “gruppi di tedeschi, francesi e belgi. Discorso a parte per i nostri emigrati di ritorno con le famiglie dai Paesi europei e da quelli dell’America Latina.

Per Federalberghi, dunque, ci sono le condizioni per completare in positivo il mese di agosto e guardare con cauto ottimismo alle prime settimane di settembre anche se – conclude il presidente – “la stagionalità continua ad essere una caratteristica radicata in questa parte della Basilicata”. Valori assoluti: il trionfo della gastronomia tipica lucana con tendenza al consolidamento di presenze nei borghi e zone rurali o di montagna più caratteristiche.

Share Button