- trmtv - https://www.trmtv.it/home -

Centro Oli Total. Accordo tra l’ATI “Tempa Rossa” e Cgil, Cisl e Uil su occupazione

Un accordo per la gestione dell’occupazione dei circa duemila lavoratori impegnati nella realizzazione del centro oli di “Tempa Rossa” di Corleto Perticara è stato siglato a Potenza dall’associazione temporanea di imprese costituita da Tecnimont e Kinetics Technology e Cgil, Cisl e Uil di Basilicata.

Lo ha annunciato la Cisl lucana, spiegando che l’intesa è stata firmata dai segretari generali delle tre organizzazioni, Angelo Summa, Enrico Gambardella e Carmine Vaccaro.

Per Tecnimont e Kinetics Technology hanno firmato Franco Ghiringhelli e Nicola Colacino. I duemila lavoratori interessati provengono “in particolare dal Mezzogiorno e in parte significativa dalla Basilicata”.

“Il capitolo più corposo del protocollo – è scritto in una nota – riguarda l’occupazione. Tra le misure concordate, la costituzione di una piattaforma informativa per agevolare l’incrocio tra domanda e offerta di manodopera al fine di garantire in maniera trasparente il mantenimento dei livelli occupazionali e retributivi nelle varie fasi lavorative, anche in caso di cambio di appalto, tutelando prioritariamente la manodopera locale. Previsti, inoltre, percorsi di formazione per la valorizzazione delle professionalità, anche attraverso il ricorso agli strumenti della bilateralità, e un sistema premiante finalizzato al raggiungimento di obiettivi di produzione nel rispetto delle condizioni di sicurezza. Una parte del protocollo è dedicata proprio alla sicurezza nei luoghi di lavoro e alla tutela dell’ambiente. Le parti si impegnano, infatti, ad ‘attivare lungo tutta la filiera il costante presidio delle attività di prevenzione in materia di salute e sicurezza’. Sarà, infine, attivato un tavolo tecnico tra Tecnimont e sindacati per monitorare la corretta applicazione degli impegni assunti nel protocollo”. Secondo Summa, Gambardella e Vaccaro l’accordo è “un buon segnale verso la costruzione di corrette relazioni sindacali con tutte le imprese impegnate nella realizzazione di questa importante infrastruttura. Il cuore dell’accordo è la difesa dei livelli occupazionali durante le varie fasi del cantiere, la valorizzazione delle professionalità locali attraverso un costante investimento in formazione e una gestione partecipata e trasparente delle dinamiche occupazionali con l’obiettivo di favorire l’impiego di manodopera locale. Con questo protocollo d’intesa – hanno concluso i segretari lucani di Cgil, Cisl e Uil – gettiamo le basi di un nuovo modello di relazioni industriali nel settore strategico del petrolio fondato su criteri di trasparenza e partecipazione”.

Share Button